Dragon Manga & Fushigiyuugi Forum  

Torna indietro   Dragon Manga & Fushigi Yuugi Forum > Argomenti Principali > Manga & Anime > TV & Lungometraggi

Avvisi

TV & Lungometraggi Film, Live Action e tanto altro!

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
  #1  
Vecchio 17-09-2008, 15:19
L'avatar di Mangaka88
Mangaka88 Mangaka88 non è connesso
Konan's Angels
 
Data registrazione: Nov 2007
Località: Ireland
Messaggi: 3,332
Hentai Master Best Reporter 
Predefinito Quanto costa produrre un anime?

appiamo che la produzione e la realizzazione di un anime richiedono un grande impegno economico e che non sempre agli enormi investimenti fatti e alle ingenti risorse messe in gioco corrispondono ricavi commisurati. Ma come funziona il business degli anime?

Un progetto nasce a seguito di un investimento iniziale; il budget messo a disposizione arriva sostanzialmente da due canali, gli sponsor e la casa produttrice. Una parte considerevole del bilancio viene impiegata per acquistare una fascia oraria presso un'emittente televisiva. Il prezzo può variare in maniera considerevole a seconda degli orari e della diffusione dell'emittente. Avviene così che i costi siano più alti se si vuole trasmettere sui canali principali, come Fuji TV e TBS, che con la loro vasta copertura territoriale, garantiscono la possibilità di raggiungere un maggior numero di potenziali telespettatori. Anche l'orario della trasmissione è fondamentale, e se si vuole avere un timeslot in prima serata (in Giappone il prime-time va dalle 19:00 alle 21:00 e viene definito “tempo d'oro”) bisogna essere pronti a sborsare dai 10 ai 100 milioni di yen contro i 0,3-5 milioni di yen sufficienti per una trasmissione in seconda serata.

Capita spesso quindi che i costi da sostenere per la messa in onda incidano in maniera determinate e che quel che resta del budget iniziale non sia sufficiente per finanziare l'intera produzione. Molte serie televisive vengono dunque prodotte in perdita e si affidano ad altri tipi di introiti per sanare il deficit di produzione.
Gli anime che vengono trasmessi in prima serata hanno il vantaggio di poter sfruttare meglio gli spazi pubblicitari, mettendoli a disposizione di aziende che non sono legate alle vendite e ai ricavi della serie. Si può trattare di compagnie dei più svariati settori, dai supermarket alle automobili, dall'elettronica ai tour operator. Questo meccanismo dà la possibilità di ammortizzare i costi di trasmissione, consentendo alla casa produttrice di concentrarsi maggiormente sul recupero delle spese di produzione.
Per quanto riguarda le serie trasmesse in seconda serata il modello pubblicitario cambia, si utilizza infatti una parte del tempo a disposizione per trasmettere esclusivamente spot tematici. Non ci sono pubblicità generiche, ma solo quelle legate al settore, DVD, manga, anime o videogiochi. C'è quindi il bisogno di recuperare interamente i costi (produzione, pubblicità e trasmissione) attraverso le vendite dei prodotti relativi alle serie e tutto il merchandising correlato.

Considerati i notevoli costi, per diffondere e pubblicizzare i loro prodotti molte compagnie cominciano a cercare strade alternative alle trasmissioni TV, ad esempio vengono effettuate trasmissioni in streaming su Internet o, come nel caso di Negima!, si vendono i DVD assieme ai manga.
La riduzione dei costi permette ai produttori di vendere a prezzi molto più bassi. Di tanto in tanto il mercato riserva delle sorprese. E’ il caso di Hoshi no koe (La voce delle stelle) di Makoto Shinkai: sono stati impiegati per produrlo soltanto 2.000.000 di yen (circa 18.400 dollari) e le spese sono state particolarmente contenute perché, fondamentalmente, ci ha lavorato una sola persona. Il suo guadagno è stato di ben 800.000.000 di yen (sui 7.350.000 dollari).
Il successo di Hoshi no koe assume una maggior rilevanza se si considera che, per esempio, il fondo investito per I cieli di Escaflowne è stato di 30.000.000 di yen (276.000 dollari) a episodio, prodotto in una fase di recessione per il mercato dell’animazione giapponese.
Già nel 2005 Anime News Network aveva segnalato la relazione pubblicata dalla Japan External Trade Organization (JETRO), che evidenziava la crisi del settore: dal 2002 al 2003 si era verificato un calo nelle vendite del 10,4% (maggiori info).

Secondo uno studio commissionato dalla Japan Digital Contents e da un'agenzia governativa indipendente, gli ingentissimi costi di produzione si aggirano mediamente a circa 10.000.000 di yen (92.000 dollari) a episodio.
Negli ultimi anni sono stati persi molti degli introiti provenienti dal mercato della Corea del Sud; le emittenti coreane, infatti, si affidano sempre di più alle produzioni degli studi di animazione nazionali, che si sono guadagnati tra il 30% e il 40% degli spazi televisivi del settore.
Gli stessi film d’animazione non attraversano un momento favorevole, con un calo di guadagni che tra il 2001 e il 2003 è stato del 53%. Anche in un momento di recessione del mercato, non bisogna tuttavia dimenticarsi della vastità del settore dell'industria dell'animazione giapponese. Nel 2004 uno studio pubblicato dal Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria nipponico, stimò che il 60% del mercato internazionale dei cartoni animati riguardasse opere prodotte in Giappone.

Fonti: Canned Dogs, ANN.
__________________
Non temere di venire ferito. Vivi senza mai perdere il tuo sorriso
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 17-09-2008, 16:35
L'avatar di Chiaretta
Chiaretta Chiaretta non è connesso
Super Moderator
 
Data registrazione: Apr 2006
Messaggi: 7,452
Angeli del Forum 
Predefinito Riferimento: Quanto costa produrre un anime?

allafaccia.
Non immaginavo che ogni episodio costasse così tanto!! O_O
Penso che con Escaflowne gli son tornati tutti in tasca i soldi, spero, però accidenti, quando le serie non sono gradine, si perde tantissimo!!
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 20-09-2008, 10:55
L'avatar di miakaxyz
miakaxyz miakaxyz non è connesso
Administrator
 
Data registrazione: Mar 2006
Località: Sardegna
Messaggi: 30,214
Drama Master FushigiYuugi Games Winner FushigiYuugi Games Winner 
Predefinito Riferimento: Quanto costa produrre un anime?

neanche io pensavo così tanto 0.0
__________________
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 24-09-2008, 17:21
L'avatar di marco
marco marco non è connesso
Administrator
 
Data registrazione: Mar 2006
Località: living in Sardinia
Messaggi: 22,276
Jappofan Gēmu Otaku 
Predefinito Riferimento: Quanto costa produrre un anime?

Se spendono cosi tanto avranno anche un ricavo.. infondo ci scommettono.
__________________
Time Waits for no one
No
Buta Power Chuunyuu
By G8 standards, Italy is a strange country. Put simply, it is a nation of octogenarian lawmakers elected by 70-year-old pensioners. Everyone else is inconsequential. tratto dal TIMES
MEGLIO AGITARSI NEL DUBBIO CHE RIPOSARE NELL'ERRORE
Per uno come me che non ha niente, l'unica cosa che potevo buttare via per te, era me stesso(Take Care of the Young Lady)
Powa Power
Rispondi citando
Rispondi

Segnalibri

Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole messaggi
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Japan Anime Live miakaxyz Generale 18 25-10-2010 20:23
Gli anime continuano anche se i loro cratori sono morti? finalvjn Manga & Anime 0 09-05-2010 14:40
Tokyo Anime Fair 2009 miakaxyz TV & Lungometraggi 1 01-03-2009 16:43
Quanto costa la felicità? miakaxyz Manga & Anime 5 12-01-2009 16:53
Ti senti un vero Anime Otaku? miakaxyz Sondaggi 21 14-01-2007 15:25


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15:33.